cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Ieri tre morti sul lavoro

Autore: . Data: giovedì, 25 settembre 2008Commenti (0)

Un dramma senza fine

Fabrizio Materazzo, un operaio di Campagna, un comune della provincia di Salerno è morto sul lavoro in un pastificio nella zona industriale del capoluogo campano. Il lavoratore, di soli 24 anni, era alla guida di un ‘muletto’ che ha cappottato.

Materazzo è rimasto sotto il mezzo. Subito soccorso dai compagni di lavoro è stato condotto in ospedale. A nulla sono servite le cure dei sanitari per salvargli la vita.

Massimo Biuso è invere rimasto vittima di un altro incidente a Forlì.

L’uomo, di 36 anni, è precipitato dal tetto di un capannonne nell’azienda in cui lavorava a Villa Selva di Forlì  ed è morto durante il trasporto in eliambulanza all’ospedale. Biuso era socio di una cooperativa di trasporti e con una gru stava spostando pannelli fotovoltaici.

Una parte del carico si è sganciata ed è caduta sul tetto di un capanone sfondandolo. Biuso mentre verificava l’accaduto è scivolato nello stesso buco prodotto dai pannelli ed è precipitato al suolo.

L’ennesimo incidente sul lavoro è avvenuto a Fiumesanto, in provincia di Sassari. Ettore Crucianelli, un lavoratore edile, è morto cadendo da un’impalcatura da 25 metri. L’uomo aveva 38 anni ed era di Cagliari. Socio e operaio della azienda cooperativa Aeg, stava eseguendo dei lavori di costruzione di una cabina elettrica.

L’operaio era su un ponteggio e per arrampicarsi si è aggrappato ad un appiglio che ha ceduto, precipitando al suolo davanti ai colleghi. Per lui non c’è stato subito nulla da fare.  Si è trattato di un errore di valutazione dell’operaio perché Crucianelli aveva anche l’imbracatura, ma non l’aveva assicurata come prevedono le norme sulla sicurezza.

Una parte del cantiere dove è avvenuto l’incidente è stata sequestrata. Gli inquirenti stanno verificando eventuali responsabilità del capocantiere.

Il lungo elenco di incidenti sul lavoro non da tregua.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008