cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

Carla Bruni al bivio

Autore: . Data: mercoledì, 17 settembre 2008Commenti (0)

Popstar o first lady?

Carla Bruni, chanteuse o first lady? Il quesito si ripropone dopo che ieri la fascinosa ex modella, dal febbraio scorso moglie del presidente francese Nicolas Sarkozy, si è esibita in un live show della tv britannica con i re dell’heavy metal, i Metallica, e i blues rocker americani, Kings of Lion.

Come fa a mischiare i due ruoli di first lady e cantante? Ha chiesto il presentatore Jools Holland alla Bruni, che ha risposto: “Io non mischio affatto i due ruoli, ma li tengo separati. Faccio musica e seguo mio marito quando ha bisogno di me”. La top model quarantenne ha di recente incontrato Papa Benedetto XVI, la regina Elisabetta e il Dalai Lama. Ed ora…i Metallica.

I tempi cambiano e le first lady diventano sempre più libere di seguire le proprie aspirazioni. Si dice che dopo le nozze Bruni abbia fatto allestire una sala prove all’Eliseo, ma secondo quanto ha rivelato a Holland le capita lo stesso di “disturbare il consorte nel mezzo della notte” mentre suona e canta. Lui, però, reagisce con estrema gentilezza. Saranno le pareti dell’Eliseo abbastanza spesse e le stanze abbastanza distanti?

I critici musicali, intanto, si chiedono quanto durerà la “doppia vita” di Madame Sarkozy. Al momento ha pubblicato il terzo album “Comme si de rien n’était, che è per tutti gli artisti quello della prova del nove. O si dimostra di essere all’altezza o ci si dà ad altre attività.
Bruni, dopo il grande successo del primo album “Quelqu’un m’a dit” (2 milioni di copie vendute) e la delusione del secondo “No promises” (solo 380mila copie vendute), è al bivio.

Sarà Carlà con il suo folk sussurato la nuova Nancy Sinatra o la nuova Jane Birkin, o le sue aspirazioni artistiche si dimostreranno pretenziose e frutto di un grande ego? Basta essere first lady per essere una popstar di successo? O meglio non avere troppo successo per non nuocere (com’è realmente accaduto) ai consensi del marito presidente di Francia?

Dite la vostra, per “tu inviato” o mandando un commento di seguito



Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008