cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

Bomba a Yangon

Autore: . Data: giovedì, 25 settembre 2008Commenti (0)

Un anno dopo la repressione birmana

Una bomba è esplosa oggi a una fermata di autobus, fuori dall’edificio dell’amministrazione comunale di Yangon (ex Rangoon). Quattro persone sono rimaste leggermente ferite. L’attentato viene a segnare la vigilia dell’anniversario della sanguinosa repressione delle proteste antigovernative dello scorso anno.

Le indagini sull’attentato di oggi sono ancora in corso. Non ci sono state rivendicazioni, ma ci potrebbe essere la mano di una delle organizzazioni clandestine per la democrazia come pure di un gruppo di guerriglia di una minoranza etnica o viene anche ipotizzato da fonti diplomatiche, potrebbe esserci il coinvolgimento degli stessi militari al potere.

Lo scoppio di ordigni rudimentali di limitata potenza è cosa abbastanza comune in Birmania. La giunta ne attribuisce la responsabilità ora ai sostenitori di dissidenti in esilio, ora alla giungla di milizie in lotta contro la maggioranza birmana da subito dopo l’indipendenza dalla Gran Bretagna ottenuta nel 1948.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008