cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » tu inviato
Regola la dimensione del carattere: A A

Alitalia e le notizie gonfiate

Autore: . Data: martedì, 9 settembre 2008Commenti (0)

Un invito a scrivere a InviatoSpeciale

Titoli e realtà. Non si comprende più quale sia il motivo per il quale i fatti sono interpretati dai giornali. Sulla vicenda Alitalia oggi il Corriere della Sera on line titola: “Alitalia, Air France conferma: A noi quota di minoranza”. La Repubblica on line: “Air France, sì a quota di minoranza”. La stampa on line: “Air France: sì a quota minoranza”. Il Messaggero: “Spinetta: ok a quota di minoranza”.

Adesso vediamo quali sono le dichiarazioni di Spinetta, presidente del gruppo franco-olandese.

Per l’agenzia Ansa: “Saremmo pronti a investire come azionista di minoranza”, ha detto Spinetta a margine di un briefing all’aeroporto di Parigi Charles de Gaulle per l’apertura di un nuovo terminal. Spinetta ha anche detto che Air France sta ”osservando” gli sviluppi delle trattative con i sindacati italiani. La compagnia francese, ha detto il chief operating officier Pierre-Henri Gourgeon, è anche in trattative per l’acquisizione di una quota nella compagnia austriaca Austrian Airlines”.

Per Adnkronos: ” Il gruppo, riferisce un portavoce di Air France – Klm, ”come ha affermato oggi Spinetta è interessata ad una partecipazione di minoranza in Alitalia se sarà sollecitata”. Spinetta, inoltre, ha anche sottolineato l’intenzione del gruppo di partecipare alla gara per Austrian Airlines”.

Insomma, per l’agenzia Ansa, il vettore franco-olandese sta “osservando” mentre è comunque in trattative per acquisire Austrian, mentre per AdnKronos potrebbe partecipare se “sarà sollecitata”.

Dov’è l’accordo, dov’è l’ok? Forse ci sarà, lo speriamo, ma al momento non c’è nulla di concreto.

Mentre i sindacati confederali discutono, anche spaventati per le conseguenze di una crisi del piano di ‘salvataggio’ della Cai ed ancor di più per i rischi seri di immagine che ne deriverebbero dopo aver ‘collaborato’ al fallimento della precedente trattativa con Air france-Klm, i piloti e gli assistenti di volo non sembrano affatto intenzionati ad accettare le proposte avanzate dai nuovi azionisti.

Insomma, si è in pieno stallo e, se pure le organizzazioni confederali, alla fine, potrebero firmare l’accordo c’è da chiedersi quale sarà la reazione dei lavoratori, certo indeboliti dal pericolo di un crack, ma anche doverosamente attenti ai propri interessi e diritti.

Quello che non si spiega è l’atteggiamento dei giornali. Ogni giorno in gara nel dar per scontato quello che scontato non è. Oggi è il caso Air-France.

Certo, a leggere gli articoli si ottengono particolari più chiari, ma i titoli sono quelli che più di ogni cosa orientano l’opinione pubblica e non sono veritieri. Ci spiace dirlo.

Siamo anche convinti che la Rete possa dar voce a chi, fino ad ora, è rimasto in silezio. Speriamo che i lavoratori Alitalia vogliano aprire, all’interno del nostro giornale, un confronto tra loro sulla situazione, ricordiamo che gli spazi di InviatoSpeciale sono a loro disposizione. Come a disposizione di chiunque abbia qualcosa da dire.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008