cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

UE: Parlamento censura l’Italia

Autore: . Data: giovedì, 10 luglio 2008Commenti (0)

No a impronte per i Rom
Con 336 voti a favore, 220 contrari e 77 astenuti il Parlamento europeo ha adottato oggi, durante una sessione plenaria, una risoluzione nella quale boccia le misure del governo italiano per la raccolta delle impronte digitali dei minori nei campi nomadi. Gli europarlamentari hanno così accolto il testo presentato dal gruppo del partito socialista europeo, dalla sinistra europea del Gue e dai liberali dell’Alde in cui si chiede alle autorità italiane “di astenersi dal procedere alla raccolta delle impronte digitali dei rom, inclusi i minori e dall’utilizzare le impronte digitali già raccolte”. La risoluzione è una soluzione temporanea, si legge nel testo, in attesa della valutazione che la Commissione europea dovrà dare della misura del governo italiano definitio “chiaramente un atto di discriminazione diretta fondata sulla razza e l’origine etnica”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008