cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Routine in Lombardia: anche Formigoni indagato

Autore: . Data: giovedì, 26 luglio 2012Commenti (2)

Con l’arrivo del Governatore il club di consiglieri e assessori sotto inchiesta arriva a 12 iscritti. Un record raramente raggiunto da una Regione.

Si è appreso ieri che dal 14 giugno scorso Roberto Formigoni è indagato dalla Procura di Milano nell’ambito dell’inchiesta della fondazione Maugeri.

La notizia è diventata di pubblico dominio dopo la notifica dell’informazione di garanzia e del contestuale invito a comparire per corruzione aggravata dalla transnazionalità in concorso con altri.

Sono quindi confermate le indiscrezioni rilanciate dal Corriere della sera il 23 giugno scorso e smentite le vibrate proteste di Formigoni, che aveva bollato la notizia come falsa ricordando di non aver mai ricevuto alcuna informazione di garanzia o alcun invito a comparire.

Ieri si è invece saputo che il Governatore era stato iscritto nel registro degli indagati lo scorso 14 giugno. L’iscrizione era stata tuttavia secretata fino a ieri, giorno in cui gli è stato recapitata, tramite il suo legale, la documentazione del caso.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti l’indagine ruota intorno a circa 70 mln di euro che dalle casse della fondazione Maugeri sarebbero finiti un un portafoglio estero di fondi neri quasi certamente passati per la Svizzera.

Le indagini farebbero supporre che parte del denaro sarebbe stato usato da Pierangelo Daccò, indagato anche lui e detenuto per l’inchiesta sul San Raffaele.

L’uomo di affari, grande amico di Formigoni, aveva ricevuto dalla Fondazione il compito di ’sbloccare’ pratiche in Regione.

Secondo i Pm, Daccò per ‘ottemperare al suo incarico’ avrebbe pagato vacanze di lusso e concesso altri benefit al Governatore che, sempre secondo l’ipotesi dell’accusa, avrebbe in cambio facilitato l’approvazione di delibere di Giunta favorevoli alla Maugeri.

Gli investigatori, secondo quanto riferito dall’agenzia Ansa, avrebbero quantificato le ’utilità’ per Formigoni in circa 9 mln di euro: si va dai 3,7 mln per imbarcazioni di lusso messe a disposizione tra il 2007 e il 2011 agli 800 mila euro per vacanze e aerei tra il 2006 e il 2011; dai 70 mila euro per il meeting di Rimini di CL ai 500 mila euro per cene e incontri pubblici. A cio’ si aggiungono i 4 mln di euro di ’sconto’ in relazione alla compravendita della villa in Sardegna acquistata da Alberto Perego. il coinquilino di Formigoni (vivono nello stesso appartamento con altri memores domini) per 3 mln di euro mentre il valore ipotizzato sarebbe stato di 7 mln.

A questo punto la Lombardia, che da anni promuove la sua immagine di efficienza e ‘buongoverno’, ha raggiunnto la cifra record di 12 esponenti del Consiglio regionale e della Giunta indagati nell’ambito di diverse vicende. Alcuni di loro si sono già dimessi, altri invece hanno ritenuto di rimanere attaccati alla poltrona.

I ‘sospettati’ sono rigorosamente bipartizan. Per il Pdl, oltre alla new entry Formigoni, sono finiti sotto inchiesta i consiglieri Gianluca Rinaldin per corruzione, Nicole Minetti per induzione alla prostituzione, Massimo Ponzoni per bancarotta fraudolenta (arrestato e attualmente sospeso dal Consiglio), Franco Nicoli Cristiani per corruzione (arrestato, si è dimesso), Angelo Giammario per corruzione e l’assessore Romano La Russa per finanziamento illecito dei partiti. Nel centrosinistra è indagato per corruzione Filippo Penati, ex Pd al gruppo Misto. Nella Lega sono accusati di corruzione l’ex presidente del Consiglio regionale Davide Boni e di tifo violento l’assessore Daniele Belotti. Hanno lasciato la Regione Renzo Bossi (accusato di appropriazione indebita) e Monica Rizzi (dossieraggio).

Singolare la reazione di Formigoni. Il Governatore ha detto: “Auguro a Nichi Vendola, rinviato a giudizio in Puglia, di poter presto dimostrare la sia innocenza. Ma non posso non notare l’eclatante doppiopesismo dei giornaloni italiani”.

L’indagato lombardo, al quale non deve essere chiaro che il codice prevede diverse fattispecie di reato, non deve aver capito che ‘collega’ pugliese, anche lui sotto inchiesta, ha ricevuto un avviso di garanzia per un fatto sgradevole ma molto meno grave (abuso d’ufficio con lo scopo di favorie la nomina di un primario).

Formigoni è arrabbiato anche con i giornali: “Guardiamo ad esempio Repubblica e Corsera, i più diffusi – ha dichiarato il governatore su Facebook -. Repubblica da’ la notizia di Vendola a pagina 15, taglio basso, 3 colonnine molto sobrie. Il Corriere a pagina 17, 4 colonne quasi vaporose. Ricordate come diedero la notizia, falsa, di Formigoni semplice indagato? Il Corriere in prima pagina, con ampi servizi interni ripetuti per più giorni. Repubblica titolo d’apertura in prima a 9 colonne e tutte le prime 7 pagine dedicate a me, con ampi servizi i giorni successivi. Che dite? C’è qualcosa che non va o sono io ipersensibile? Amici, guardate i giornali della vostra provincia e fate il paragone e magari fatemelo sapere. Un’ultima considerazione: questi giornaloni – ha concluso – ricevono anche una sovvenzione pubblica, pagata con i soldi delle tasse di voi cittadini. Pensate che meritino ancora i vostri soldi in omaggio?”.

Con argomenti a difesa di questo tipo per Formigoni si annunciano tempi duri.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti (2) »

  • Carolus ha detto:

    Quello che l’articolista non dice è che la Lombardia, inclusa la sanità è la migliore d’Italia con i migliori bilanci.
    Citatemi una sola regione di sinistra conj i conti così in ordine.

  • redazione (author) ha detto:

    Conti in ordine il Lombardia? Al nostro gentile lettore vogliamo solo far notare che la ‘virtuosa’ regione col record degli indagati avrebbe speso per la sola Fondazione Maugeri 111 milioni di euro in un anno. E se dovessero essere confermati i sospetti della Procura ci sarebbe da salutare ‘la migliore sanità d’Italia’ come il primo fenomeno confermato di botte piena e moglie ubriaca. La propaganda è una brutta cosa e la disinformazione ne è la diretta conseguenza.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008