cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca, primo piano
Regola la dimensione del carattere: A A

Un calcio al gossip sessuale: Italia ai quarti

Autore: . Data: martedì, 19 giugno 2012Commenti (0)

Il surreale dibattito tra giocatori sui matrimoni gay ha tenuto banco fino a qualche ora prima del match contro l’Irlanda di Giovanni Trapattoni. Poi ha parlato il campo: niente “biscotto” tra Spagna e Croazia, mentre la Nazionale, vincendo 2-0, ha superato il turno.

La lunga giornata azzurra agli Europei è finita poco prima delle 23 di ieri, con il successo della Nazionale di Claudio Prandelli sull’Irlanda guidata dall’ultimo grande maestro del football all’italiana.

I due sigilli che hanno permesso all’Italia di continuare l’avventura e di lasciare la Polonia per raggiungere l’Ucraina portano la firma dei due istrioni del gruppo: Antonio Cassano e Mario Balotelli. A quest’ultimo – subentrato a Totò Di Natale e stuzzicato rumorosamente dal folto pubblico irlandese – sono peraltro saltati i nervi ad una manciata di minuti dalla fine della partita e poco prima di aver realizzato il bellissimo gol in semirovesciata: buon per lui (e per il clan azzurro) che l’arbitro non si sia accorto della gomitata rifilata ad un avversario e casualmente non andata a segno.

A segno, eccome, è andato invece il singolare (e un po’ penoso) confronto sugli orientamenti sessuali dei calciatori della Nazionale, in seguito alle allusioni di Alessandro Cecchi Paone: il giornalista, alla vigilia della partenza per la Polonia della carovana azzurra e intervenendo al programma radiofonico ‘la Zanzara’, aveva compilato la lista di gay e metrosexual a suo dire presenti in squadra, aggiungendo di aver intrattenuto una relazione con uno di loro.

E’ ormai nota alle cronache la colorita replica di Antonio Cassano, che sull’eventualità di avere a che fare con colleghi omosessuali aveva replicato da par suo: “Froci in Nazionale? Spero di no”.

Chi immaginava si fosse esaurita così la vena gossippara sui gusti sessuali del calciatori più blasonati sarà certamente rimasto deluso dopo aver appreso, ieri, della replica del centrocampista Claudio Marchisio dalle colonne del mensile ‘Vogue’ (che ha anticipato stralci di un’intervista): “Personalmente, sono d’accordo sui matrimoni tra persone dello stesso sesso, il nostro ambiente, in effetti, sull’argomento è un po’ ingessato. Se uno esce dal posto di lavoro per mano al proprio compagno per fortuna non fa più scalpore; all’uscita da un campo di allenamento, invece, la scena non si può immaginare. E non è giusto”.

Marchisio è andato oltre e ha ritenuto di dover dire la sua anche sulla genitorialità omosessuale: “Sull’adozione dei figli, invece, istintivamente trovo più indicate le figure tradizionali di un uomo e di una donna. Provo a pensare all’equilibrio necessario ai ragazzi, ma è un tema complicato. Non è che si possa sostenere che una coppia eterosessuale sia per forza in grado di dare più amore a un bambino”.

Un’opinione controversa, coraggiosa e confusa nello stesso tempo, che ben descrive l’intera vicenda. Sperando si sia finalmente chiusa: tutto sommato è preferibile assistere al consueto profluvio di scene di delirio collettivo attorno alle moviole serali, piuttosto che doversi sorbire pipponi moralistici semplificati, pro o contro l’omosessualità, seguiti dall’immancabile dibattito tra libertini e bacchettoni, orchestrato da giornalisti e commentatori alla ricerca di facili quanto dannosi scoop.

Meno male che ieri ci è venuta in soccorso la satira. Il giornalista e autore Luca Bottura ha così riassunto il dibattito tra Marchisio e Cassano in una battuta per la sua rubrica ‘euroBot’, sul ‘Corriere.it’: “Sì ai matrimoni gay, calcio ingessato”, dice il primo. “Se ti incontro al buio, ingessano anche te”, ha replicato l’altro secondo la libera interpretazione di Bottura. Amen.

Paolo Repetto

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Lascia un commento

Usa il modulo sottostante per commentare. Se sei già registrato, effettua il log-in. Puoi anche abbonarti ai commenti di questo articolo via RSS.

Tag HTML consentiti:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008