cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Dopo 30 anni punito lo Stato furbacchione

Autore: . Data: venerdì, 22 giugno 2012Commenti (0)

Saranno risarciti i medici che si specializzarono ‘gratis’ tra il 1982 e il 1991. Meglio tardi che mai.

Il Tribunale di Venezia ha deciso il risarcimento per i laureati in medicina che decine di anni fa non ricevettero la prevista borsa di studio per la frequenza di specializzazione.

Gli ex giovani dottori, dei quali forse qualcuno è già in pensione, riceveranno complessivamente 2 milioni e mezzo di euro di rimborso.

Si tratta della terza vittoria legale in poco più di un mese per il Consulcesi, una associazione che raccoglie circa 25 mila medici ed è la più grande in Italia.

Gli associati hanno investito la magistratura per ottenere quanto gli era dovuto in base alle normative europee, che lo Stato italiano ha adottato con forte ritardo.

In totale, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e i Ministeri competenti saranno costretti a sborsare, dopo le sentenze, quasi 60 milioni di euro.

Ma il fatto ancor più incredibile è che il governo corre adesso il rischio di dover restituire somme ingenti ad ancora 120 mila medici, tutti in diritto di ricevere un’adeguata remunerazione per gli anni di scuola di specializzazione.

Inefficienze croniche della partitocrazia nazionale.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Lascia un commento

Usa il modulo sottostante per commentare. Se sei già registrato, effettua il log-in. Puoi anche abbonarti ai commenti di questo articolo via RSS.

Tag HTML consentiti:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008