cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca, esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

Fecondazione assistita, più alta l’età

Autore: . Data: martedì, 1 giugno 2010Commenti (0)

Il centro Procrea: le donne hanno in media 37 anni

Nonostante l’età rappresenti il primo fattore limitante per una gravidanza, è in crescita l’età media delle donne che si rivolgono ai centri di procreazione assistita alla ricerca di un figlio.

Lo ha segnalato il centro svizzero ProCrea, a corredo dei dati che descrivono un aumento di 12 mesi dell’età delle donne, che ricorrono alle tecniche in provetta, nei soli ultimi quattro anni.

“L’età media delle donne che si rivolgono al nostro centro era di 36,39 nel 2006 ed è stata di 37,31 l’anno scorso, ha riferito Michael Jemec, medico specialista in medicina della riproduzione e tra i fondatori di ProCrea. “Un dato preoccupante – ha aggiunto – perché è proprio l’età della donna uno dei principali fattori in grado di diminuire le possibilità di gravidanza”.

Con l’avanzare dell’età diminuiscono infatti anche le percentuali di successo dei trattamenti di medicina della riproduzione. I dati forniti da ProCrea, dal 2007 ad oggi, per quanto riguarda il tasso di gravidanza con cicli su embrioni freschi, vanno da una percentuale del 50% nelle donne con meno di 30 anni al 17% per la fascia tra i 40 ed i 42 anni. I passaggi intermedi oscillano dal 44% di successo tra i 31 e i 34 anni, al 39% a 35 e 36 anni fino al 28% dai 37 ai 39 anni. Oltre i 43 anni, la media di successo è decisamente bassa: 4%. Nei transfer di embrioni scongelati le percentuali di successo non variano molto: circa il 38% intorno ai 35 anni, per passare al 26% a 40 anni e al 7% oltre i 43.

Complessivamente ProCrea vanta una media di successo attorno al 33% (e si tratta della percentuale dichiarata da quasi tutti i centri di fecondazione assistita).

Tra le oltre 1.400 coppie che si sono affidate al centro svizzero nel 2009, la quota maggiore arriva dall’Italia. Come ha precisato lo stesso Jemec: “Più dell’80 per cento delle coppie che si rivolgono a noi arrivano da oltre confine. In tre casi su quattro, le richieste che ci vengono sottoposte riguardano trattamenti ammessi anche in Italia”.

I problemi di fertilità “non devono essere sottovalutati – ha aggiunto il medico – secondo l’Oms interessano circa una coppia ogni cinque e ciascun caso è a sé stante: le cause vengono suddivise in parti uguali tra uomo, donna e coppia, al 30%; con un 10% idiopatico in cui la causa non può essere spiegata”.

Occorre fare attenzione, ha concluso Jemec, “agli stili di vita adottati. E, soprattutto, non appena passano i due anni di rapporti liberi non protetti senza gravidanza, ovvero il periodo indicato dall’Oms per definire una coppia infertile, è necessario rivolgersi subito a degli specialisti. L’età della donna è una variabile che incide pesantemente sulle possibilità di successo in un trattamento di procreazione medico assistita”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Lascia un commento

Usa il modulo sottostante per commentare. Se sei già registrato, effettua il log-in. Puoi anche abbonarti ai commenti di questo articolo via RSS.

Tag HTML consentiti:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008