cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

Milano, la via Padova dei diritti

Autore: . Data: martedì, 18 maggio 2010Commenti (1)

Scuola, partecipazione: il parco Trotter si apre al quartiere

Per tanti milanesi è una strada impronunciabile: via Padova fa rima con immigrati, paura, delinquenza, coprifuoco. Il degrado sociale, sfociato nell’omicidio di un immigrato alcuni mesi fa e favorito dal più assoluto disimpegno istituzionale nei confronti dei migranti, ha indotto centinaia di cittadini del quartiere a rialzare la testa. E non da oggi. Per dimostrare a tutta la città che la “loro” strada può essere molto vivibile e che la vera piaga si chiama segregazionismo, disattenzione nei confronti degli “ultimi”..

Ritessere la tela dell’impegno e della partecipazione, dunque. E gli abitanti hanno ritenuto di poterlo fare al meglio condividendo con la città il polmone verde che si affaccia proprio su via Padova, il parco Trotter. Varie iniziative lo hanno già animato lo scorso inverno, e da domani e fino a domenica ne sono state previste altre, dedicate stavolta alla scuola e ai bambini, per inaugurare la stagione primaverile dell’impegno civile.

Domani alle 17.30, presso il teatrino del parco (ingresso da via Giacosa 46 o da via Padova 69) gli insegnanti di “Rete Scuole” hanno organizzato un’assemblea dal titolo “Non c’è ‘tempo’ da perdere”.

“Tremila bambine e bambini – hanno spiegato in una nota – il prossimo anno non avranno il tempo pieno perché 147 classi prime sono state trasformate d’ufficio a tempo normale. Nonostante le rassicurazioni del ministro Gelmini sull’aumento del tempo pieno, ci saranno 706 maestre in meno, 1900 alunni in più e solo 2.712 insegnanti di sostegno per 9.670 alunni ed alunne con disabilità. I conti non tornano. A che scuola ci vogliono obbligare? A chi saranno affidati bambine e bambini dopo le 12.30? Come sarà possibile garantire a tutti la scuola di cui hanno bisogno? Non possiamo farci negare il diritto al Tempo Pieno. Dobbiamo organizzarci, scuola per scuola, genitori ed insegnanti insieme, dobbiamo far sentire forte la nostra voce altrimenti nei prossimi anni ci verrà tolto sempre più ‘tempo’”.

Nel weekend, invece, il Parco riaprirà le sue porte per un happening dedicato soprattutto ai più piccoli. Si comincerà sabato alle 10 con un convegno dal titolo: “Nei bambini, tutti i bambini, il futuro di Milano” a cura dell’Istituto comprensivo statale ‘Casa del Sole’.

Seguiranno laboratori di ortofloricoltura con i ragazzi della scuola alla Fattoria del parco Trotter, a cura di ‘Giardini del Sole’ e ‘Amici del parco Trotter’ e un “Laboratorio delle magliette” con i ragazzi della scuola, a cura di ‘Paroleingioco’. Verrà inoltre esposta la mostra “Narrarsi”, con assaggio di piatti multietnici accompagnati da un libretto delle ricette in doppia lingua.

Nel pomeriggio sarà la volta di “Una palla in equilibrio”, giochi per le scuole elementari a cura di ‘SangaBasket’, e sarà possibile partecipare alla visita guidata del parco, patrimonio storico della città di Milano. Fino alle 22.30 si alterneranno poi gruppi musicali emergenti in concerti presso la zona ex Convitto/Grioli, a cura dell’associazione ‘Gnu Sound’.

L’indomani mattina, spazio al laboratorio di scrittura creativa (modello 826 Valencia) alla ex Chiesetta, a cura di ‘Terre di Mezzo, mentre alle 16 ci sarà uno spettacolo teatrale per bambini: “La Giornata di Sidi e Karisa”, presso il Teatrino, organizzato da ‘Amici di Camilla’. La festa per i più piccoli proseguirà con mercatino, laboratori, musica e merende e l’esposizione della mostra di pensieri e disegni fatti dai bambini di Parcoinfesta, “I Colori di via Padova”. Sarà poi un altro concerto, stavolta della Banda del Villaggio Solidale, di Sinitah e dell’Orchestra di Via Padova, a chiudere la due-giorni.

Paolo Repetto

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti (1) »

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008