cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca, vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

Il popolo di internet voterà

Autore: . Data: giovedì, 28 maggio 2009Commenti (0)

Mostrando forse una maggiore consapevolezza, i navigatori dl web andranno a votare alle europee in gran numero. I rsultati di un sondaggio.

internetIl 62 per cento degli internauti italiani andrà sicuramente a votare per le elezioni europee e amministrative, mentre il 55 parteciperà al voto referendario: è quanto emerge dalla terza edizione dell’Osservatorio Internet sull’Instant Messaging, realizzato da Nextplora e Microsoft Italia.

Condotto su un campione rappresentativo di utenti maggiorenni di Internet, il rapporto evidenzia un’alta conoscenza dei prossimi appuntamenti elettorali: l’85 per cento degli intervistati è infatti al corrente delle prossime elezioni europee, l’84 delle amministrative e il 76 anche del referendum.

Tra le fonti di informazione politica, la tv è il mezzo più fruito dagli intervistati (78 per cento), seguito dal web (62, soprattutto quotidiani online) e dalla stampa (52). Stessa classifica anche per quanto riguarda l’incidenza dei media sulla formazione del proprio orientamento politico: per il popolo della rete il mezzo più influente è la tv (47 per cento), cui seguono Internet (20) e la stampa (17).

Dagli internauti arriva anche una critica nei confronti di tutti i partiti: per il 79 per cento del campione i politici non hanno ancora utilizzato al meglio tutte le potenzialità di Internet per comunicare con gli elettori. Tra le richieste, il 61 vorrebbe partecipare via Internet alla stesura di nuovi disegni di legge, mentre il 52 vorrebbe confrontarsi direttamente con i politici attraverso chat o messaggistica istantanea.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008