cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

l’Ngf e gli innamorati

Autore: . Data: mercoledì, 22 aprile 2009Commenti (0)

Alla vigilia del centesimo compleanno di Rita Levi Montalcini  i suoi collaboratori più vicini hanno organizzato ieri al Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) un convegno dedicato all’Ngf (Nerve growth factor) grazie al quale ha vinto il Nobel nel 1986.

rita-levi-montalciniL’Ngf ‘si occupa’ di molte cose e tra queste controlla fenomeni finora sfuggiti a ogni formula biochimica, come l’innamoramento. Il ‘Fattore di crescita delle cellule nervose’ si sta dimostrando “una molecola vitale”, che Rita Levi Montalcini considera importante tanto nello sviluppo dell’individuo quanto in quello della specie umana.

Luigi Aloe, uno dei suoi più stretti collaboratori, ha detto: “Per la professoressa la ricerca è la vita” parlando del Nerve growth factor’. Quando venne scoperto, oltre 50 anni fa, la sua importanza sembrava legata unicamente al sistema nervoso. Oggi le cose sono molto diverse: in alcuni campi, come nella cura dell’Alzheimer e delle ulcere di cornea e pelle, si è già alla sperimentazione sull’uomo, mentre è sempre più evidente il legame tra l’Ngf e depressione.

Uno studio italiano, poi, dimostra che il livello di questa proteina si impenna negli innamorati. Intanto negli Stati Uniti  sono in corso test sui malati di Alzheimer. L’Ngf viene “impacchettato” in un virus innocuo e iniettato nel cervello, per stimolare la formazione dei neuroni nelle aree lesionate.

Il ‘Fattore di crescita delle cellule nervose’  sotto forma di collirio è stato utilizzato su oltre cento pazienti in Italia, ha detto Aloe, per curare le ulcere della cornea. Tuttavia siamo in un Paese che non funziona e quindi “Non c’è un’autorizzazione ministeriale – ha spiegato Aloe – per questi epserimenti, finora eseguiti solo per uso compassionevole, in pazienti che non rispondevano più ad alcuna cura”. Si sta anche studiando la possibilità di sperimentare l’Ngf contro la sclerosi multipla.

Enrico Alleva, un altro dei collaboratori di Levi Montalcini “ci sono nuove prospettive per utilizzare fattori di crescita come l’Ngf per combattere forme di depressione particolarmente difficili da trattare con i farmaci tradizionali”.

Un progetto nazionale sulla depressione è in corso e coinvolge le università di Roma La Sapienza e di Torino. L’obiettivo è scoprire le forme di depressione in cui il livello di Ngf è più alto. È forte anche il legame fra Ngf e stress. Nel 2005 è stato sperimentato a bordo della Stazione spaziale internazionale, sull’astronauta europeo Roberto Vittori e Alleva ha detto: “E’ risultato che ha un altissimo controllo dello stress”.

E per gli innamorati? Enzo Emanuele il coordinatore della ricerca all’università di Pavia lo ha spiegato: “Abbiamo dimostrato che il livello di questa proteina è più alto all’inizio dell’innamoramento e molto più presente che in coppie consolidate o nei single”. Sono tante le vie che si stanno esplorando: dalle arvicole, minuscoli roditori sia monogami che poligami usati come “modello dell’innamorato” da utilizzare in laboratorio, fino agli studi che cercano le basi genetiche dei diversi stili amorosi (da chi si lascia travolgere dalla passione a chi vive l’innamoramento come una profonda amicizia, a chi lo vive solo come sessualità).

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Lascia un commento

Usa il modulo sottostante per commentare. Se sei già registrato, effettua il log-in. Puoi anche abbonarti ai commenti di questo articolo via RSS.

Tag HTML consentiti:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008