cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

I medici del pronto soccorso ‘debbono’ denunciare i migranti

Autore: . Data: giovedì, 26 marzo 2009Commenti (0)

Carlo Lusenti, segretario nazionale dell’Associazione dei Medici Dirigenti Anaao Assomed, ha detto: “Al sottosegretario voglio precisare che tutti i medici, e non solo quelli nei pronto soccorso, sono pubblici ufficiali nell’esercizio della loro professione”.

io_curo_non_denuncioLa precisazione è arrivata in risposta alle parole del sottosegretario al Welfare, Francesca Martini, sull’obbligo di denuncia degli immigrati solo al Pronto soccorso. Lusenti ha aggiunto: “Stando alle dichiarazioni, il sottosegretario dimostra di non conoscere le norme sull’obbligo per i medici di denunciare gli irregolari. Anche alla Martini ricordiamo che nel disegno di legge sicurezza si considera reato l’ingresso ed il soggiorno illegale nel territorio dello Stato e che il medico riveste sia la qualifica di pubblico ufficiale che di incaricato di pubblico servizio e deve agire denunciando all’Autorità Giudiziaria”.

“Da questo – ha concluso Lusenti – deriva per tutti i medici un vero e proprio obbligo di denuncia di un reato di cui essi abbiano avuto notizia nell’esercizio delle loro funzioni, la cui omissione o ritardo comporta una sanzione penale”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008