cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca, esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

La ‘free press’ araba

Autore: . Data: martedì, 4 novembre 2008Commenti (0)

In uscita a Milano

Si chiama ‘Aljarida’ (in arabo ‘il giornale’), è la nuova free press bilingue italoaraba che sarà pubblicata con cadenza mensile. L’obiettivo della rivista è fornire informazioni utili sulla normativa e sui servizi a disposizione dei migranti e offrire una finestra su avvenimenti italiani o esteri.

Il progetto è realizzato dall’associazione ‘Medinaterranea’ con il contributo della Provincia di Milano, e vuole: favorire l’integrazione della comunità araba e aiutare gli italiani a scoprire il mondo degli immigrati. ”Nucleo della redazione – spiega Marco Sergi, arabista e tra i fondatori di Medinaterranea – sono una decina di volontari tra i 25 e i 29 anni, studenti o ex-studenti del corso universitario di Mediazione culturale”.

Il giornale si presenta con 16 pagine formato tabloid, ogni articolo in versione sia araba sia italiana. Tra i temi approfonditi nel numero zero, stampato a ottobre, ci sono il progetto dell’Unione per il Mediterraneo, il decreto Maroni, le regole sul transito nell’area Schengen e una mappa delle scuole di italiano milanesi che gli immigrati possono frequentare anche se senza permesso di soggiorno. Per ora la diffusione è di 2mila copie, distribuite nelle scuole di italiano, nei phone center, nelle macellerie halal e nelle moschee di via Padova e via Quaranta.








Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Lascia un commento

Usa il modulo sottostante per commentare. Se sei già registrato, effettua il log-in. Puoi anche abbonarti ai commenti di questo articolo via RSS.

Tag HTML consentiti:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008