cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

Emergenza Goma

Autore: . Data: giovedì, 16 ottobre 2008Commenti (0)

La denuncia dell’Ong VIS

In questi giorni a Goma, la città più importante del Nord Kivu nella Repubblica Democratica del Congo, si sono riversati altre migliaia di sfollati fuggiti dagli ultimi combattimenti e violenze avvenuti a Rumangabo a 50 Km dalla città. Ma molte sono, secondo alcune fonti internazionali, le persone disperse in tutta l’area, di cui mancano notizie su dove si siano riparati.

A Goma, intanto, iniziano a scarseggiare i generi di prima necessità, visto soprattutto le difficoltà di collegamento con le aree rurali dell’interno, tagliate spesso fuori dai combattimenti o incendiate dopo le incursioni.

Al Centro Don Bosco di Ngangi dove normalmente 1500 ragazzi e ragazze trovano la possibilità di vivere e di studiare, da due mesi le presenze erano raddoppiate e le bocche da sfamare ogni giorno erano diventate 3000, ma da una settimana si sono aggiunti 800 nuovi allievi, figli degli sfollati sistemati intorno al Centro salesiano. Per permettere a tutti di seguire le lezioni si sono approntati dei doppi turni: la mattina per i ragazzi già presenti nel Don Bosco, mentre il pomeriggio per i nuovi arrivati.

Alla conclusione della canonizzazione della prima Santa indiana, avvenuta domenica, il Papa Benedetto XVI ha ricordato nella preghiera dell’Angelus l’immane tragedia che sta coinvolgendo la popolazione del Nord Kivu nella Repubblica Democratica del Congo, unica voce che ha permesso di rendere visibili milioni di persone prostrate da una lunga guerra e dimenticate pressoché da tutti i media occidentali.

Fonte: Volontariato Internazionale per lo Sviluppo – VIS

Per aiutare:
Coordinate Bancarie
VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo
Banca Popolare Etica IBAN  IT70 F05018 03200 000000 520000
SWIFT    CCRTIT2184D
Coordinate Postali
VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo ccp 88182001
Causale: Emergenza Goma

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Lascia un commento

Usa il modulo sottostante per commentare. Se sei già registrato, effettua il log-in. Puoi anche abbonarti ai commenti di questo articolo via RSS.

Tag HTML consentiti:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008